Your address will show here +12 34 56 78
Cast
Carlo Provenzano
  • Text Hover
Enea
Carlo Provenzano
Inizia gli studi musicali presso il conservatorio “Tito Schipa” di Lecce proseguendoli presso il conservatorio “Giuseppe Verdi” di Como dove consegue il diploma in canto.
Successivamente partecipa a numerosi corsi di perfezionamento tra i quali ricordiamo quelli con Mirella Freni e Roberto Coviello.
Interpreta Alfio (Cavalleria rusticana), Giorgio Germont (La traviata), Escamillo (Carmen), Belcore (L’Elisir d’amore), Silvio (Pagliacci), Marcello e Schaunard (La Bohème)
Si esibisce al fianco di artisti di fama internazionale come Stuart Neill, Giovanna Casolla, Nicola Martinucci, Denia Mazzola Gavazzeni, Roberto Scandiuzzi, Bruno Praticò, Alberto Gazale, Elisabetta Fiorillo, Roberta Canzian, Chiara Taigi, Alberto Rinaldi presso il Teatro Petruzzelli di Bari, il Teatro Civico di Vercelli, il Teatro Politeama Greco e il Teatro Paisiello di Lecce, il Teatro Monumento G. D’Annunzio di Pescara, il Teatro Superga di Nichelino (To), l’Auditorium Conciliazione di Roma, il Teatro Verdi di Brindisi, il Teatro Curci di Barletta, il Festival Estivo di Massa Marittima (Gr). 
Lavora con illustri direttori d’orchestra e registi quali Lorin Maazel, Paolo Carignani, Marco Bellocchio, Beppe de Tommasi, Denis Krief.
Il mio Enea? Personaggio inedito del mio repertorio, per tipologia stilistica ma anche per il suo essere protagonista e non in quest’opera di Purcell. Un personaggio al centro della vicenda ma soprattutto della vita della sua Didone, ma nello stesso tempo molto centrato su stesso e sulla sua missione e il suo ideale per i quali compie la scelta del “must part!”.
Decisione e fermezza nella vocalità dunque, ma anche molta duttilità alla gestualità e all’indicazione direttoriale, per plasmare con il suono le linee barocche del pensiero di Purcell come anche per “l’ affetto descrittivo” della prassi esecutiva barocca con la quale forse per la prima volta mi confronto da protagonista in teatro.